mercoledì 19 dicembre 2007

Tentativo numero 1

Harbour Club, pomeriggio inoltrato.
Tentativo di approccio veramente squallido


" E che cosa fai di bello nella vita? "

" La Scuola di Fumetto di Milano "

"Ah. E come si chiama?"

"... Scuola di Fumetto di Milano."

" E cosa fai a scuola? "

" Direi... fumetti. "

" E dopo cosa farai? "

" Immagino fumetti "

" Ma li fai al pc? "

" Facciamo un corso di Photoshop pomeridiamo per imparare a colorare in modo decente. Quindi sì, usiamo anche il pc. "

" E non si disegnano anche i fumetti al pc? "

" Veramente si fanno a mano. "

" E da quando? "

" ... "


Tu lo sai per certo che la prossima volta che dirai " scuola di Fumetto di Milano" la gente ti guarderà con espressione perplessa, senza sapere di cosa stai parlando.
Lo sai già, eppure tutte le volte ci provi, perché tentar non nuoce, e non si sa mai chi potrebbe capitarti. Magari sei fortunata e trovi anche la persona giusta che non ti guarda come se fossi un Alieno.
Certo, potrebbe sempre chiederti se hai letto l'ultimo numero di Masakazu Katzura, Akira Toriyama, o se preferisci le mitiche avventure di Masashi Kishimoto e dello strepitoso Hiroyuki Takei.

E forse tra le due sfortune preferisco di gran lunga la seconda.
Meglio Nerd che ignoranti.

Sketchbook. One shot, One Kill



domenica 16 dicembre 2007

Biografia


Roberta Ingranata

Sono nata a Milano nel 1986, e ho frequentato il Liceo Artistico Caravaggio - rinomato per essere allo sbando. Fortunatamente è migliorato dopo che mi sono Diplomata nel 2005 in Grafica Visiva, indirizzo che mi avevano spacciato come "interessante" e " istruttivo".
Ovviamente non è stato nulla di tutto questo.

Amareggiata dall'istruzione liceale, ho seguito un corso amatoriale di Fumetto presso la Scuola di Fumetto di Milano, di cui mi sono innamorata, che ho continuato a frequentare fino al 2008 quando ho conseguito il secondo Diploma.

Sempre nel 2008, affrontando la crisi post-uscita-scuola, ho iniziato a collaborare con un'azienda Grafica, GFB EDIT di Sesto San Giovanni, come colorista, per la quale tutt'ora coloro svariati fumetti.

In sintesi, Disegno, Illustro e Coloro.
Qui troverete tutto quello che ho fatto fino ad oggi - ammesso e non concesso che abbia trovato la voglia di aggiornare il post! -




Per contattarmi:
@EMAIL roberta.ingranata@gmail.com
MSN: roby_01@hotmail.it
SKYPE: Robbertopoli_
FACEBOOK: Roberta Ingranata





Illustrazioni


Sketchbook ... di un po' di tutto







lo strano caso del Dottor Jekyll e del Mr Hyde, Tav 1- 7 (2006) B/N

Questo lavoro riguardava una consegna scolastica risalente allo scorso Ottobre. Si trattava di leggere e rivisionare “lo strano caso del Dottor Jekyll e del Mr Hyde” scrivere un soggetto e dividerlo, in tavole uguali, per quattro persone e arrivare così ad un fumetto di collaborazione.

Gli stili dovevano essere simili, e rigorosamente in Bianco e Nero a massa.
Io mi sono occupata delle prime sette tavole.


Soggetto:
In un vicolo sporco e coperto dalla nebbia londinese, vediamo un uomo avvicinarsi a una prostituta. Lui si presenta come Adam, e chiede alla donna di seguirlo per usufruire dei suoi servigi. I due iniziano a parlare, percorrendo una strada che li porta lontani da occhi indiscreti, mentre Adam racconta di essere un giornalista, interessato a vecchi omicidi avvenuti una decina di anni prima. Casi legati a omicidi, e a voci che gli sono arrivate per strada, parlando con vecchi abitanti del quartiere meno benestante della città. Le fa domande su un episodio che ha sentito raccontare, e che ha coinvolto Beth in prima persona.

La ragazza inizia a raccontare l’incontro con Hyde, quando da piccola è stata aggredita e poi abbandonata a terra da quella sinistra figura.
Alla fine del suo racconto Beth chiede spiegazioni sul motivo di tanto interesse su fatti avvenuti così tanto tempo fa, e il giornalista, dalla tasca della sua giacca, estrae delle lettere che spiega di aver ricevuto da suo padre. Quelle lettere erano state scritte da un vecchio amico del padre, e raccontano di strani omicidi avvenuti molti anni prima, per mano dello stesso assalitore di Beth. In particolare l’omicidio di un uomo benestante e con un nome importante, che era stato assassinato senza un reale motivo, o comunque un motivo che a distanza di anni non è mai venuto alla luce.

Nelle lettere si parla di studi sfuggiti di mano al dottore, e di come alla fine, la sua disperazione lo porta al suicidio.Beth allibita si chiede come un uomo possa essere l’artefice di quelle mostruosità, e allo stesso tempo essere conosciuto da tutti come un rispettabile medico.
Nel sentire le riflessioni di Beth, Adam realizza il motivo per cui il padre in passato si sia tanto impegnato a insabbiare questa faccenda, decidendo quindi di seguire le sue orme, e di tenere per sé la verità sullo strano caso del dottor Jekyll e del signor
Hyde




Young Skater - Tavola 1 - 2007

Richiesta dall'Inferno - Tavola 1 di prova - 2006