domenica 2 marzo 2008

Compro una Vocale: "M di Mantova".

Inizio dalla A dicendo A4, Milano-Venezia.
E finisco con la Zeta di suoni onomatopeici per sonno profondo.


Per questo genere di cose non so mai da dove iniziare a riassumere, anche perché i racconti delle proprie esperienze sono noiose tanto quanto i sogni degli altri.
Non si più trasmettere l'emozione provata, e l'ansia nel mostrare il Book a degli emeriti sconosciuti.
Eviterò quindi interminabili monologhi rispondendo solo alla domanda:"Com'è andata a Mantova?"

"Cazzo. Da Dio."