mercoledì 20 ottobre 2010

E facciamoci 'sta risata!



E-mail di Marco V

a me

So che lo troverai divertente:

O almeno lo spero...L'ho visto sta mattina mentre (andavo a lavorar ,
il lattaio, il postino e la guardia comunal...ecc) venivo in ufficio ed
era troppo bello per non immortalarlo.






giovedì 14 ottobre 2010

Giovedì Halo





Anno Zero



Io sono un abbonato della Rai
e vi chiedo di non sospendere
Anno Zero

Déjà vu

Ieri è stata una giornata particolare, su diversi fronti.
E tra le tante cose da fare, sono andata a guardare una casa.
Una casa piccola, molto piccola... così piccola che forse non è nemmeno una casa.
Insomma, un buco. Quello più brutto che potete immaginare, nella zona più degradata di Cologno, con una finestra, la porta sul parcheggio e la tangenziale di fianco.

La cosa più oscena mai vista al mondo.
E io me ne sono innamorata.

Non lo so perchè, ma mi è piaciuta subito, pur non avendo assolutamente nulla di bello, o di sicuro. E' nel Quartiere Stella. Come dire una piccola "Quarto Oggiaro" di Milano che mira a diventare la nuova scampia del Nord. Insomma, devi dormire con una Colt sotto il cuscino e la mazza da baseball di fianco, per fare sonni tranquilli.
Ah, e chiaramente prenderti un cane, di quelli grossi. Un rottweiler femmina, possibilmente, chiamata "Flagello di Dio".

La tizia che mi ha accompagnato a vedere la casa era il TIC in persona. Ne aveva qualcosa come sette, e li esibiva tutti in meno di dieci secondi, uno dopo l'altro, come un ballo africano scoordinato.
Quando faceva le domande ero così in fissa sui suoi tic, che dovevo domandarle "Eh? Come scusi? " almeno tre volte di seguito, prima di capire. O, almeno, di restare concentrata su quello che mi stava chiedendo:

- Ma TIC TIC la TICTIC comprerebbe TIC lei?
- Sì, insomma.. l'intenzione è quella... ma non credo... è solo un'idea, ecco.
- Bene TICbene, e... ci vorrebbe TIC fare uno studio?
- Studio? ( E qui la mia espressione era più o meno così O_O, visto e considerato quanta pena ha causato questa parola nell'ultimo mese. Comunque metto da parte lo stupore, e continuo.. ) ... perchè me lo chiede?
- No, così...visto TIC che non è abitabile, mi chiedevo TIC se volesse farci ...chssò, sì, uno studio forse.
- Come non è abitabile?
- Eh no, TIC non lo è.
- Ma scusi... quello è un divano.
- Sì TICTIC
- E quello è un letto. Lì c'è un frigo, e una cucina...
- Perchè TIC è abitato.
- E' abitato, ma non è abitabile?
- TIC Esatto.
- Però lei me lo sta vendendo come abitabile.
- No, TIC non è abitabile, ma èTIC abitato. Però lo vendiamo TIC in parte come abitabile, capisce? TICTICTICTICTICTICTICTIC
- ... no.

( e la discussione continua così per diverso tempo, fino a quando riusciamo più o meno a capirci. Il piano di sopra è abitabile - qualcosa come 25 mq - quello sotto invece no - la bellezza di 35 mq! - )

- Quindi io potrei, che so, farmi la casa sopra e sotto fare uno studio?
- Sì, TICl'importante è che TIC non abiti di sotto. Perchè i vigili verranno a controllare, sa.
- Sì...vabbè, posso farci un dormitorio di sotto, allora.


In conclusione, la tizia credo che a fine giornata avrà la cervicale slogata, a causa dei suoi tic.
Per il resto... mumble muble.


mercoledì 13 ottobre 2010

Dando i numeri...

Trentatrè erano gli anni di cristo, però erano anche i trentini che entravano a trento troterellando. Tripletta dei semiprimi, il simbolo della Cabala.


Ma per me resta sempre e solo una cazzo di multa.


Oramai, a Cologno, ogni giorno c'è la pulizia di una strada. Oggi sotto casa, domani via Trento, dopodomani via Manzoni, e il giovedì Risorgimento. Il venerdì viale Pascoli, il Sabato Tintoretto, la Domenica c'è messa. Senza contare il mercato, il martedì in zona Centro, il Giovedì in zona Nord. E, per concludere, dal 17 al 31 Cologno è in festa, quindi in zona metropolitana è tutto chiuso.

Dunque, ricapitolando, io non posso posteggiare la macchina praticamente mai, e in nessun luogo....
Mi sembra corretto.
Ma soprattutto logico.
Contando che mi hanno dato la multa davanti alla sala scommesse, dove persino i poliziotti parcheggiano in doppia fila pur di entrare in quella sudicia bettola.

Sapete che vi dico?
Ma andate a-f-f-a-r-e-i-n-c-u-l-o!


Che poi, se vogliamo proprio dirla tutta, Cologno non è sporca nelle strade, ma altrove.
Quindi che cazzo pulite a fare?





Edit:
Mi sa che erano 38 euri, e non 33.
Argh!








lunedì 11 ottobre 2010

Music Quiz

http://en.massivemusicquiz.com/


- Ah, questa la so!
- Ma non dire cazzate, che non la sai.
- Sì sì, è la voce di un negroide, uno di quelli tipo...tipo ciechi.
- Stevie Wonder?
- Lui! E' lui, ne sono sicura!
- Sicura eh, vado?
- Vai vai! ...Che dice?
- ... Eric Clapton. Che è bianco, e ci vede benissimo.
- Gioco di merda.



mercoledì 6 ottobre 2010

Indimenticabili



Quando stai raschiando il fondo,
ricordati che il mondo ammira
- e ricorda -
chi sa risorgere dalle proprie ceneri.


lunedì 4 ottobre 2010

Oktoberfest 2010 - And the winner is....

Vomitare? Può capitare!


L'OktoberFest è splendido.

E a tutti quelli che dicono: " Ma tu non bevi, che cazzo ci vai a fare alla festa della Birra? "

Rispondo: "Ci vado per sfottere chi si sfonda di birra e, dopo due ore, sono così storti da tornare dritti."

Ma tralasciando l'umorismo basso e acido, Monaco è davvero una bella città, e l'Oktober è fatto anche per chi non si ammazza di Birra. In fin dei conti è una grande festa, con giostre, cose tipiche, e chiaramente persone non troppo registrate.

In due giorni mi hanno:
- Quasi slinguazzato
- Spintonato
- Pizzicato il culo un gruppo di tedeschi
- Molestato un'infinità di volte

Ma, tutto sommato, il loro livello di alcool era così elevato da renderli del tutto innocui. Abbastanza da rischiare di finire a culo a terra e gambe all'aria dopo un mio spintone ( e sottolineo mio, che peso sì e no 50 chili, e non faccio paura a nessuno ).


L'Oktober, durante l'intera giornata, si è diviso in fasce orarie ben distinte:

  1. FESTA: alle 09:00 alle 12:00 era, per lo più, una festa di paese. Bancarelle, giostre, le solite attrattive. Apparentemente è tutto normale, chi compra, chi si diverte, chi fa foto, chi beve birra. Insomma... una festa, niente di più.
  2. DISPERAZIONE: dalle 12:00 alle 14:00 è iniziato il degenero. Gente che si accasciava, vomitava, si denudava, gridava. Ho visto la gente peggiore dare il meglio di sè. Uno spettacolo!
  3. QUIETE: dalle 14:00 alle 16:00 si sono calmate un po' le acque. Chi stava morendo, si è addormentato pacificamente in un angolo, e lì è rimasto per le ore successive, lasciando spazio alle famiglie. La piazza si è riempita di mamme con bambini, genitori affettuosi, e figli che si scofanavano le peggio schifezze tedesche. Insomma, la quiete più totale.
  4. FOLLIA: dalle 16:00 alle 18:00 gli zombie si risvegliano, forse per una fame improvvisa ( chi lo sa! ) e si uniscono al marasma. Le famiglie se ne vanno, anche un po' schifate a dirla tutta, lasciando libera la strada a questi esseri - non tanto mitologici - per metà boccali di birra, e per metà uomini. E' follia pura, le strade sono affollatissime, le insidie si nascondo dietro ogni angolo. E' un labirinto di vomito e vittime, evitare entrambe le cose è impossibile ( Io ho beccato il vomito, ad esempio... )
  5. COPULAZIONE: dalle 18 alle 22:00 l'alcool ha eliminato ogni traccia dei freni inibitori, e chi è sopravvissuto stoicamente alla sbornia triste, si è guadagnato un elemento di sesso femminile. Che, dopo dodici ore ininterrotte di birra, CI STA.
  6. BOTTE: dalle 22:00 in poi tutti quegli uomini che hanno avuto la sfiga di incappare in una donna che non ha assunto il minimo indispensabile di alcool per starci, viene pestato a sangue. E lui, non avendo abbastanza prontezza e lucidità mentale, non può fare a meno di prenderle. Gli uomini malmenati si uniscono ai corpi di quelli affetti da sbornia triste, dando vita ad un tappeto di disperati.

    Un ottimo tappeto rosso su cui passeggiare per raggiungere l'Hotel, gustandosi la scena.
    Uno spettacolo.