martedì 31 maggio 2011

La solitudine dei numeri primi - Il Film

Alice e Mattia

Non guardatelo. Il film intendo.
Nemmeno se fosse l'ultimo film rimasto sulla faccia della terra.
Nemmeno se ve lo regalano, piuttosto lanciatelo dalla finestra.
E se dovessero offrivi dei soldi, vedete almeno di puntare in alto, perché quell'ora e mezza di vita non ve la ridarà indietro nessuno.

E'. La. Cosa. Più. Lenta. E. Noiosa. Che. Io. Abbia. Mai. Visto.
Voglio scandire ogni parola per trasmettervi la palla infinita di questo film.
Persino il colore e il carattere scelti per il titolo mi hanno fatto schifo!

Pessimo, davvero. Non c'entra un'acca con il libro, ma dovevo vederlo.
E, ora che l'ho visto, vi consiglio di andare a rincorrere i piccioni, piuttosto che sedervi e fare play su questo coso.
Severio - che razza di nome - Costanzo, torna a fare quel che facevi prima ( che non è ancora ben chiaro a nessuno )   e risparmiaci questi Drammi. Perchè, va bene che il genere è drammatico, ma cristo santo, un minimo di ritmo in più potevi darglielo.
E delle canzoni meno gargarismo mattiniero, magari.
A metà film mi era venuta voglia di diventare autolesionista come Mattia, ho dovuto mandare avanti per sfinimento mentale.

Bocciato.