giovedì 29 settembre 2011

Super aggiornamento con Super 8!



E aggiorniamo 'sto blog.
Dopo varie minacce, ho deciso che era giunto il momento di farlo, soprattutto perché avevo esaurito le scuse. Il lavoro, il tempo, la vita, le palle. Insomma, sono di nuovo tra voi, nel bene e nel male. Maledetta me e quando ho deciso di avere un blog e risultare simpatica alla gente. 

Dunque, di cosa parliamo oggi?

Ho voglia di vincere facile; parliamo di film, che è sempre un argomento abbastanza apprezzato e commentato. E' da agosto che non scrivo, quindi è da agosto che vedo film e non li commento. 
Auguri.

Non li ricordo tutti, e non credo starò qui ad elencarli uno per uno. Come vedete, qui sopra, c'è un aborto di Super 8, dei ragazzini che vengono catapultati in un'avventura al limite dell'assurdo. Il film - JJ Abrams in combo con Spielberg - ricalca i vecchi film anni 80; Et, I Goonies, Stand by me, ottimi reperti della cara gioventù. Peccato che - a mio parere - questo non abbia fatto scendere la lacrima a nessuno dei presenti in sala. Il film è stato lento e a tratti ridicolo. Io amo quel genere di film, me li sono goduti a pieno da bambina, e tutt'ora ci lascio un pezzo di cuore ogni volta che li rivedo, ma credo che nel 2011 certi film non colpiscano più. Nemmeno se l'intento è quello di far rivivere il passato ai trentenni di oggi.


Forse è colpa mia, e della mia testa deviata, ma credo che oggi la gente voglia vedere tutto ciò che è reale. Negli anni dei network, dei reality, c'è una predisposizione nell'accettare più qualcosa di credibile, che non il contrario. Qualcosa che non faccia scattare il coro da fondo sala " siii, vabbè, eppoi? "
Cosa che, con Max Payne, ricordiamolo bene, è successa.
Ma torniamo a noi: in Super 8 abbiamo una macchina che fa deragliare un treno - e già qui storti il naso - la stessa che resta per metà intatta - ...e vabbè - con il guidatore ancora vivo - ...eppoi? -
Il guidatore che, chiaramente, ha un foglio in mano. Un foglio integro - quando attorno a lui tutto è andato a fuoco e sono esplosi anche i sassi - che servirà ai nostri ragazzi per continuare la loro avventura.
Vorrei invitare chi non ha visto questo film a vedere com'è ridotto il treno dopo lo schianto, e paragonarlo con le condizioni della macchina. E ho detto tutto.
" Forse un triciclo avrebbe fatto più danno. " Come qualcuno saggiamente mi ha suggerito, ma anche una micro machine sistemata tatticamente sulla rotaia avrebbe di certo creato scompiglio.

Ieri ho cercato di vedere Drive, pensavo fosse sul filone di Fast and Furious, e invece mi sbagliavo. E' ancora più brutto. Troppo, troppo lento, e non sono riuscita a finirlo. I puffi, nemmeno a dirlo, sono stata costretta a vederlo al cinema - gli otto euri peggio spesi della mia vita - e vi basti sapere che mi sono addormentata. Dopo " Puffigaggine " - al 40esimo secondo di film - ho sconnesso il cervello iniziando a contare le tavole che mi mancavano da fare per andare liscia la settimana seguente. Un po' come contare le pecore.
Roba da disegnatori.

Crazy, Stupid Love, commediola carina, migliore rispetto quello che mi aspettavo. Classico finale, ma ottima da vedere in un pomeriggio. Stessa idea per Bad Teacher, si lascia guardare, con qualche volgarità piazzata al punto giusto ( il finale nel corridoio che mi ha fatto piegare in due dal ridere ). I pinguini di mr Popper lo sconsiglio anche a chi, come me, adora i pinguini. I Segreti della Mente, ne hanno parlato  poco, ma è davvero carino. Al di là del finale, sbrigativo e non troppo sensato, il resto mi è piaciuto anche più di quello che pensavo. Un mondo all'interno dei Network, delle Chatroom, così vissuto da diventare reale, dove il protagonista cerca di minare e distruggere la vita di chi lo circonda. Introspettivo quanto basta, rispecchia la gioventù di oggi. Tekken, ci ho provato, davvero, ma proprio non ci sono riuscita. Al secondo Flashback della madre morta - ops, scusate, spoilerone - che dice al protagonista " vai che ce la fai, credi in te stesso " ho desistito. Dio che palle!
Monte Carlo, ennesima commedia di basso livello, poco impegnativa, abbastanza scadente.. e credo basta. Mi fermo qui.

Ora, in lista, ho La regola della Truffa, Debito e Fright Night, dove il primo mi da di interessante ma col finale squallido, sul secondo punto tutto, mentre il terzo deve essere l'ennesima boiata con i vampiri.
E, detto tra noi, i Vampiri ci hanno stracciato le palle.